Via Filippo Meda, 183, 00157 Roma RM
9.00-13.00 / 15.00-19.30

Fiat 500 – L’auto del boom economico (prima parte)

8 Giugno 2019
Home / Blog / Fiat 500 – L’auto del boom economico (prima parte)
E’ piccolina, funzionale, intramontabile. Ormai ha i suoi anni, certo, ma dal 1957, è il caso di dirlo, la Fiat 500 di strada ne ha percorsa. Dopo aver motorizzato l’Europa, ha infuso nuovo smalto all’accezione di city car, offrendo livelli di stile e innovazione tecnologica mai visti in questo segmento. Nel 2007, un restyling di tutto rispetto l’ha resa più confortevole, moderna, scattante, permettendole di raggiungere numeri da record nel settore vendite. Eppure, rimane chi ancora ricorda con nostalgia il modello originale, quello capace di interpretare i sogni e le speranze di intere famiglie. A dodici anni dal ritorno Fiat 500 – svelata la protagonista della storia – è ancora in grado di sorprendere. Oggi si riedita in due nuove interpretazioni, top di gamma: la Star e la Rockstar, destinate ad una clientela giovane ma che non rinuncia a viziarsi.

Non tutti sanno che…

Topolino: quella del ’36 si chiamava proprio così, ma non pensate che sia stata la prima. In realtà, il concetto di veicolo di piccole dimensioni va ricercato un po’ più indietro. L’idea originale risale al 1915, messa in atto, per via del conflitto Mondiale, solo quattro anni dopo, nel 1919. Una Torpedo biposto, equipaggiata con un motore 4 cilindri da 10 CV, capace di raggiungere i 65 Km/h. Una macchina, tuttavia, destinata ad un’esistenza piuttosto breve. ‘L’auto mai nata’, così venne soprannominata in seguito, fu surclassata dalla Topolino, appunto, e dalla 508 Balilla, nel momento in cui Mussolini, convocato il senatore Agnelli, lo informò dell’inderogabile necessità di creare una vettura che non superasse il costo di 500 Lire, sdoganando definitivamente il concetto di utilitaria.

Le due anime di Fiat 500

Sono due i profili che oggi descrivono la proposta automobilistica: elegante l’uno, sportivo il secondo. E se il primo vanta un allestimento Lounge, l’altro spicca per grinta e dinamismo. Su entrambi, una fornitissima dotazione di serie tra cui, da sottolineare, la radio Uconnect 7 pollici HD Live touchscreen, con predisposizione Apple CarPlay e compatibilità Android Auto. Al sofifisticato sistema di infotainment fanno eco anche aggiornate sellerie. La nuova gamma è completata, infine, dalla serie speciale 500 120° Anniversario, la versione celebrativa che si arricchisce, in termini di standard, dell’impianto premium BeatsAudioT. Tutti gli allestimenti della nuova 500 sono disponibili nelle configurazioni berlina e cabrio, mentre la gamma motorizzazioni propone i propulsori 1.2 da 69 cv (con cambio automatico Dualogic o cambio manuale), il Twin Air da 85 cv e il 1.2 GPL da 69 cv, entrambi con cambio manuale.
500 Star
E ancora, per quanto riguarda la Star, è impossibile non sottolineare l’inedita vernice bianco Stella, impreziosita da sfumature rosa, che si abbina ai dettagli cromati, ai cerchi in lega dai 16 pollici e al tetto in vetro Skydome. Non è finita qui: bianco Gelato, grigio Carrara, nero Vesuvio, grigio Pompei, bordeaux Opera, grigio Colosseo, blu Dipinto di Blu, bianco Ghiaccio… le tinte scelte per questa vettura sembrano infinite. 500 Star si presenta al cospetto del suo pubblico con due combinazioni di colori interni, sabbia bianca e nero, oppure in versione Matelassé, con dettagli in ecopelle e logo 500 ricamato bordeax. Sabbia bianca con finitura perlata o, in alternativa, bordeaux opaca, per quanto riguarda la fascia plancia. Nel cruscotto, invece, si distingue la strumentazione digitale con display 7 pollici TFT, il più quotato della categoria.
500 Rockstar
Look ricercato e personalità decisa sono invece gli accenti con cui si fa notare 500 Rockstar. Ripercorrendo le caratterizzazioni estetiche della Sport: paraurti specifici, minigonne, tetto in vetro, cerchi da 16 pollici e finiture in cromo satinato, si rinnova nella tinta. L’esterno opaco verde Portofino, si va ad aggiungere alle altre livree: bianco Gelato, grigio Carrara, rosso Passione, nero Vesuvio, grigio Pompei, bordeaux Opera, grigio Colosseo, azzurro Italia e bianco Ghiaccio. Parlando di interni, si fa il pieno di novità. La fascia centrale dei sedili prende ispirazione dai gessati degli abiti, i fianchetti sono caratterizzati da dettagli grigi o blu, mentre la sezione superiore è nera, in ecopelle. Doppia caratterizzazione anche per la plancia: verde scuro opaco abbinato con il grigio, oppure satin graffite affianco al blu. A completare l’abitacolo, l’elegante batticalcagno cromato e il display 7 pollici TFT, di ultimissima generazione, in grado di fornire a chi è alla guida tutte le informazioni necessarie, come i dati di tachimetro, contagiri e trip computer, oltre a quelle derivate dal sistema Uconnect.
Parco Auto
Scegli l'auto necessaria per il tuo evento e ordina subito con un clic
Made on
Tilda